La mia esperienza con l’iridologo

Ho sempre diffidato dei creduloni come mia sorella, che ha dissipato abbastanza denaro in sali miracolosi e numeri a lotto di Vanna Marchi da farmi perdere la pazienza… Da quando poi internet ha trovato una diffusione di massa, il numero di questi furfanti online, pronti ad approfittare dell’ingenuità della gente per arricchirsi, è aumentato esponenzialmente. Capita così che diventa ancor più difficile credere a quello che si legge su internet e investire anche solo qualche euro per un servizio, sulla cui qualità non è possibile avere garanzia alcuna. Prima di contattare iridologo.net ho impiegato un po’ di tempo. Ho cercato informazioni sul web e scoperto come la dottoressa Racanelli fosse una professionista rispettata, titolare di un centro d’idrocolonterapia molto conosciuto in Puglia e in tutta Italia. Essere riusciti ad associare un volto, una sede fisica ad un iridologo che offre il proprio servizio on line è stata la chiave per sciogliere ogni dubbio ed essere pronti per farsi leggere l’iride. E’ stato molto semplice e per me che continuo ad essere molto ostile nei confronti di dottori e gente in camice, essere riuscito ad ascoltare l’opinione di un iridologo ufficiale, senza essermi fatto mettere alcuna lente d’ingrandimento o iridoscopio nell’occhio, lo reputo qualcosa di grandioso. La possibilità di sottopormi a visita d’iridologia completa, senza essermi mosso di casa, mi ha permesso di togliermi uno sfizio, che forse non mi sarei mai tolto di persona. Proprio così. Non nego che se non fossi venuto a conoscenza dei servizi proposti dall’iridologa online, molto probabilmente non avrei mai approfondito il mio interesse verso l’iridologia naturopatica. Purtroppo soffro, di frequente, di crisi emotive e la maggior parte di queste mi è venuta proprio quando mi sono fatta visitare da un dottore. Essere riuscito con 2 semplici fotografie ad alta risoluzione a fornire tutti gli elementi perchè l’iridologo potesse fornirmi tutte le informazioni sul mio stato di salute, senza la necessità di alcun contatto “fisico” diretto, mi ha liberato da un imbarazzo notevole, nonché permesso la conoscenza di una persona umanamente fantastica, come la dottoressa Racanelli. Grazie all’interpretazione dei miei segni iridologici sono riuscita a lenire gli effetti di una intolleranza latente, causa di gonfiori addominali alterni e frequenti giramenti di testa. La mia opinione verso questo servizio non può che essere positiva e consiglierei a tutti gli scettici di rompere una barriera futile che ci serve solo per rallentare la nostra guarigione.

Ada D.
polpettalcacio@yahoo.it

iridologo-opinioni

 

Vivo in un comune abbastanza isolato in provincia di Crotone in cui, a parte l’abbondanza di chiese e farmacie, mancano moltissimi servizi. Pertanto, pur essendo molto sensibile a certe tematiche di legate alla medicina alternativa, ho dovuto limitare i miei sogni di “curarmi in maniera naturale”, alle fugaci uscite nella città. Attraverso i forum che parlavano di idrocolonterapia e iridologia, tra notizie su prodotti di fitocosmesi per la cura della pelle e la scoperta di nuovi centri benessere in cui praticano la terapia di Bemer, ho letto anche della possibilità di sottoporsi ad una visita iridologica, tramite iridologo.net. Non me lo sono fatta dire 2 volte e senza alcun disagio legato ai complicati spostamenti in bus dal mio paesino verso i principali centri calabresi in cui operano professionisti di iridologia sono riuscita a ricevere anche io una lettura accurata dell’iride. Mi è bastato quindi farmi scattare 2 foto con l’iphone di mio nipote e spedirle alla dottoressa Racanelli che, in neanche 48 ore, mi ha consegnato il responso che tanto attendevo. Ottenere tale controllo oculare via internet mi ha fatto sentire meno il peso di non possedere l’automobile, evitando di chiedere ulteriori passaggi alle mie amiche. La valutazione che posso esprimere sul sito iridologo.net è più che positiva. Credo che se non fosse esistito il web non avrei mai avuto il piacere di farmi visitare online e scoprire una fastidiosissima intolleranza al lattosio che tanti problemi mi causava anche a livello lavorativo. E’ incredibile e affascinante allo stesso tempo come dove non è arrivato il giudizio del mio medico curante, che mi conosce ormai da 35 anni, sia arrivato l’occhio vigile dell’iridologo, aiutato dagli sviluppi importanti raggiunti dalla tecnologia online.

Alice V.
alicevox@outlook.it

 

Non mi è mai piaciuto farmi visitare dai dottori degli ospedali. Per fortuna poi, godendo di discreta salute, non ho mai avuto particolari esigenze di questo tipo. Anche perchè, avendo moltissimi amici stretti che svolgono il lavoro di medici, mi ha sempre lasciato un po’ interdetto la loro avversione al sottoporsi a interventi o all’assume reiteratamente farmaci di origine sintetica. La stessa sala di un ospedale mi ha sempre generato una sensazione di paura incondizionata e la mia critica nei confronti delle sale d’attesa sconfinava spesso nell’eccesso. Si comprenderà bene come la considerazione che avessi dell’apparato ospedaliero fosse minima e come, nonostante una mia predilezione verso le discipline olistiche e l’approccio curativo utilizzato in oriente, nutrissi qualche remora anche nei confronti di qualche “presunto” naturopata. In particolar modo rimasi profondamente deluso per un iridologo su cui tutti esprimevano opinioni ultra favorevoli, ma sul cui studio e sulla pulizia del suo ambiente di lavoro, avrei qualcosa avuto parecchio da ridire. Dopo quella esperienza d’iridologia poco felice, decisi che non avrei mai messo più piede in un centro di iridologia naturopatica, ma la frequentazione di forum di salute e un amico di palestra mi fece cambiare idea. Il mio fido compagno di attrezzi mi parlò di un iridologo che riusciva ad analizzare la sclera e l’iride semplicemente osservando delle fotografie degli occhi ad alta definizione. La notizia da prima mi lasciò indifferente, alimentando in me la possibilità che fosse tutto furchè un professionista di questa materia. Quando poi ritrovai le stesse considerazioni favorevoli, espresse dal mio amico, riprese anche da utenti di siti che ammiravo molto, compresi che valeva la pena fare un ulteriore tentativo e sondare di persona se quanto di buono scrivevano su iridologo online corrispondeva a verità. Devo riconoscere che l’intuizione fu positiva, trovando dall’altra parte dello “schermo” una persona davvero splendida che, attraverso degli appuntamenti via skype, continua a seguire il mio regime alimentare e valuta 2 volte l’anno la condizione delle mie iridi. Voto più che buono. Provare per credere.

Raffaele M.
faielone@outlook.it